Locride.net   Portale turistico della Locride Mail: info
Grecanica:  
Roccaforte del Greco: Abitanti 1213
Pro Loco:
Comune: 0965 722812
CAP 89060
Guardia Medica: 
 
Realtà locali in web:
Isola Bizantina - Originale Calabrese - Grecanica -
 
Manifestazioni e ricorrenze:
Agosto: Torneo di Briscola
 
Luoghi da visitare:
Centro urbano - itinerari naturalistici
 
Organizzazioni:
Complesso Bandistico "G. Sergi" - 
 
Associazioni sportive:
 
 
Spot:
Palizzi, Bova, Bova Marina, Condofuri, Roghudi, Roccaforte del Greco, Melito Porto Salvo.
 
Vallata dello Stilaro: Bivongi, Pazzano, Stilo, Monasterace, Camini, Stignano, Riace, Placanica, Caulonia, Roccella Jonica.
Vallata del Torbido: San Giovanni di Gerace, Grotteria, Mammola, Martone, Gioiosa Jonica, Marina di Gioiosa Jonica.
Epizephiri: Canolo, Agnana, Siderno, Antonimina, Gerace, Locri, Portigliola, Ciminà, Sant'Ilario dello Jonio.
Vallata del Bonamico: Ardore, Benestare, Platì, Careri, Bovalino, San Luca, Casignana, Samo, Sant'Agata del Bianco, Caraffa del Bianco, Bianco.
Heracleum: Africo, Ferruzzano, Bruzzano Zeffirio, Staiti, Brancaleone.
  
 
 

gruppo aziendale

 

 
Comune della Locride: Roccaforte del Greco
 

Posto su un monte alto 935 metri, Roccaforte del Greco fu detto anticamente Vunì (monte). Successivamente il suo nome fu mutato in La Rocca al tempo in cui era casale di Amendolea, per poi assumere definitivamente il nome attuale. La sua storia si confonde con quella del suo paese di origine, ma non abbiamo tracce della sua esistenza ancora nel XV secolo. Insieme a Roghudi e Gallicianò compare citato nelle opere del Barrio, del Fiore e del Marafioti all'inizio del secolo XVI. Come per Gallicianò e Roghudi, si suppone che la sua popolazione sia derivata dalle file di quella gente greca che fu deportata in massa in questi luoghi per ingrossare le scarse risorse demografiche di questi paesi. Si sa che tutta questa plaga dell'Amendolea era certamente fortificata, sia perché era una via obbligata di transito tra Locri e Reggio, sia perché serviva da difesa a Bova, estremo limite ovest di Locri. La popolazione di Roccaforte del Greco, fino a qualche decennio fa interamente di lingua greca, oggi parla raramente la lingua ellenica, anzi si può dire che a Roccaforte il linguaggio greco è ormai quasi spento del tutto. Non migliori, sia dal punto di vista linguistico che economico, sono le condizioni nel piccolo centro di Ghorìo di Roccaforte, posto lungo la strada che degrada verso Roghudi. Nelle vicinanze di Chorio di Roccaforte c’è ancora da ammirare la chiesetta bizantina della famiglia Tripepi eretta intorno alla seconda metà del 1700. Gli abitanti di Roccaforte e del suo Ghorìo oggi raggiungono le 2000 unità. I due paesi sono collegati alla strada costiera attraverso una provinciale che da Melito P.S. sale per 30 chilometri a Roccaforte.

   
   - HOME -
  Agenzia viaggi:  
 
  Hotel
 
 

Locride.net  Proprietà: Asmedia arl.   Contact: info@asmedia.it  +39.334.8002030